Cisternino

Il miracolo del centro post covid di Cisternino: messo su in 12 giorni

giovedì 23 aprile 2020

CISTERNINO - Nella prossima settimana la Casa della Salute di Cisternino accoglierà i primi pazienti post Covid. Oggi la consegnadella struttura a chiusura lavori: erano presenti il sindaco di Cisternino, Luca Convertini, il direttore generale della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, il direttore sanitario AndreaGigliobianco, il responsabile Area tecnica Asl, Sergio Rini, e il direttore dei lavori, Renato Ammirabile. “La struttura, di proprietà del Comune e in comodato d’uso alla Asl – spiega Pasqualone - avrà a regime 24 posti complessivi e dopo questa fase di emergenza diventerà un Presidio territoriale di assistenza affidato ai medici di medicina generale. La Casa della salute – prosegue – parte con 14 posti letto al piano terra, a cui si aggiungeranno 10 posti al primo piano. Le stanze sono dotate di ogni comfort, dai televisori alla connessione wifi, oltre al telefono fisso. A disposizione degli ospiti area relax e spazi protetti per il colloquio con i familiari attraverso un interfono. A Cisternino - aggiunge il direttore generale - sarà replicato il servizio di telemonitoraggio già attivo nel Pta di Ceglie Messapica, con strumenti in grado di misurare pressione arteriosa, saturazione di ossigeno, funzionalità cardiaca e temperatura corporea”.

“La ristrutturazione della Casa della salute, avvenuta in tempi record – dice il direttore dei lavori, Renato Ammirabile – è stata una sfida della direzione generale che ho raccolto con grande entusiasmo. Abbiamo realizzato importanti interventi di adeguamento, come quello antincendio, per rendere la struttura idonea all’emergenza. Tutto questo è stato possibile solo grazie alla sinergia tra Regione Puglia, Comune di Cisternino e Asl nonché al grande impegno delle imprese”. “In 12 giorni è stato allestito il centro Covid di Cisternino. Un record per tempi di lavoro e per passione. Ringrazio tutti per l’impegno e per essere riusciti a trasformare un immobile inutilizzato, cioè un deserto, in una piccola cattedrale di efficienza e speranza di salute”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale Fabiano Amati, presidente della Commissione regionale bilancio, partecipando oggi alla funzione di benedizione della struttura impartita da don Carmelo Semeraro, parroco della Chiesa madre di Cisternino. Alla funzione erano presenti il DG della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, il Sindaco di Cisternino, Luca Convertini, il DS della Asl di Brindisi, Andrea Gigliobianco, il responsabile Area Tecnica Asl, Sergio Rini, il direttore lavori Renato Ammirabile. “Anche da inciampi o drammi, come nel caso della pandemia, possono emergere cose buone. È quanto accaduto a Cisternino. Una struttura nuovissima, mai utilizzata, trasformata a tempi record, cioè 12 giorni, in una struttura per Covid post acuti, che nella sua capacità massima potrà contare di 24 posti letto dislocati su due piani. La scelta di spendere risorse pubbliche su una struttura pubblica – prosegue Amati – ha un duplice significato: curare le persone e lasciare in funzione, alla fine dell’emergenza, una struttura nuovissima per l’attività ordinaria di ospedale di comunità e Punto territoriale di assistenza. E per questo ci affidiamo alla squadra di medici, infermieri e personale sanitario che da oggi comincerà a darci protezione e sicurezza in questa nuova sede”.

“L’impresa è stata possibile grazie a una tenace collaborazione tra Regione Puglia, Comune di Cisternino, Asl Brindisi e numerose altre autorità o aziende. Ringrazio pertanto il Presidente della Regione, Michele Emiliano, il Sindaco di Cisternino, Luca Convertini, il DG della Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone. Le tre amministrazioni pubbliche hanno messo a disposizione dell’iniziativa tutte le loro energie e parte dei loro tecnici: il Direttore del dipartimento regionale sanità Vito Montanaro, con i dirigenti e i funzionari regionali Giovanni Campobasso, Mauro Nicastro, Vito Carbone e Antonella Caroli; il direttore sanitario della Asl Andrea Gigliobianco, con i dirigenti e i funzionari Sergio Rini, Elisabetta Esposito, Stefano Termite, Angelo Greco, Rossella Rosato, Pasquale Pedote e Renato Ammirabile; gli amministratori comunali Martino Montanaro, Giovanna Curci e Giampiero Bennardi, e i dirigenti e i funzionari comunali Angela Bomba e Antonio Rodio. Ringrazio inoltre il comandante dei Vigili del fuoco di Brindisi Antonio Panaro e il funzionario Terenzio Ventura; i dirigenti e tecnici di Enel distribuzione; i dirigenti e i tecnici di Acquedotto Pugliese. Grazie, ancora, alla proprietà, ai tecnici e agli operai delle imprese impegnate per i lavori edili, stradali, impiantistici, lavorazione ferro, idraulici ed elettrici. Infine – conclude –, un ringraziamento al personale straordinario di 'Sanitaservice' che, con la solita forza, dedizione e allegria ha consegnato una struttura luminosa quanto uno specchio. Grazie all’amministratore Flavio Roseto e a Raffaele Borgo, Tea Lapadula, Anna Laviola, Gildo Lena, Pasquale Sacchi, Antonella Schiavone e Francesco Semeraro”.

Altri articoli di "Cisternino"
Cisternino
29/05/2020
Sabato 30 maggio è in programma la chiusura come ...
Cisternino
16/04/2020
In queste ore gli ultimi preparativi per la Casa della ...
Cisternino
10/04/2020
“Dopo quattro giorni dall’avvio, sono quasi conclusi i lavori per ...